Salta al contenuto della pagina


Laboratorio LSA

Laboratorio LSA

Laboratorio di Scienze dell'Antichità

Scelte rapide: English version | Accessibilità | Menu principale | Approfondimenti sezione | Contenuto della pagina |



Contenuto pagina

Home » Mostre ed esposizioni » Antiquarium 'G. Nenci' 1995

Antiquarium 'G. Nenci' 1995

L'Antiquarium comunale di Contessa Entellina è stato inaugurato nel 1995 e intitolato a Giuseppe Nenci nel 2000.

Il LSA è sempre stato disponibile allo svolgimento di visite guidate in occasioni particolari, alla formazione del personale addetto all'Antiquarium, agli interventi sui reperti che si rendevano via via necessari. Compatibilmente con gli spazi e le strutture espositive disponibili, il LSA – d'intesa con il Servizio per i beni Archeologici della Soprintendenza BB. CC. AA. di Palermo – ha inoltre provveduto ad aggiornare ed arricchire il percorso museale con i dati derivanti dal proseguimento delle ricerche a Entella.

Nel 2007 il LSA ha provveduto ad allestire 5 pannelli didattici che integravano quelli già presenti nell'Antiquarium, ed ha curato l'allestimento di due vetrine.

I nuovi pannelli riguardano, nell'ordine:

- l'analisi dei segni di sovrapposizione riscontrabili sulle tavolette di Entella a seguito della diffusione delle fotografie scattate immediatamente prima dell'intervento di restauro;

- i dati sull'entità e le modalità della presenza di mercenari italici (prevalentemente campani) in Sicilia in età tardo classica ed ellenistica;

- l'esposizione dei dati relativi a due sepolture rinvenute nella necropoli A di Entella e attribuibili a due individui di diverso sesso ed età, accomunati dalla presenza di elementi specifici della cultura materiale italica/campana (cinturone in bronzo per il giovane guerriero, fibule in ferro con apofisi in corallo per la donna di età avanzata);

- descrizione generale e prima interpretazione del complesso archeologico del santuario extramurano di Contrada Petraro, indagato dal Servizio per i Beni Archeologici della Soprintendenza BB. CC. AA. di Palermo;

- presentazione generale dei risultati della campagna di scavo/restauro del castello di Calatamauro, eseguita nel 2006, che ha reso in parte fruibile l'imponente fortezza normanno-sveva a pochi chilometri da Contessa Entellina.

Contestualmente sono stati esposti in forma permanente i calchi di due decreti da Entella, i corredi delle due sepolture con elementi culturali italici/campani (con reperti metallici restaurati dal Servizio per i Beni Archeologici di Palermo), i materiali (vasellame votivo ed abbondante coroplastica) dal santuario di Contrada Petraro.

L'Antiquarium è adesso aggiornato almeno per quanto riguarda le acquisizioni più rilevanti delle ultime campagne di scavo e dello studio dei decreti (in particolare la nuova classificazione).

Il 21 novembre 2015, a venti anni dalla sua istituzione, è stata organizzata la manifestazione : «L'Antiquarium di Entella: vent'anni dopo». Nell'occasione i pannelli relativi al territorio vengono sostituiti con 4 nuovi pannelli aggiornati alle ultime ricerche condotte dal Laboratorio di Scienze dell'Antichità.

 



powered by DBSite - Liberologico Content Management System