Salta al contenuto della pagina


Laboratorio LSA

Laboratorio LSA

Laboratorio di Scienze dell'Antichità

Scelte rapide: Versione italiana | Accessibilità | Menu principale | Approfondimenti sezione | Contenuto della pagina |



Contenuto pagina

Home » MIUR » PRIN 2003-2005

PRIN 2003-2005

Coordinatore Nazionale

Carmine Ampolo, Scuola Normale Superiore

Tematica

'Agora' e spazio pubblico in antiche città di Sicilia e Magna Grecia

Responsabile U.R. locale

Carmine Ampolo, Scuola Normale Superiore

Progetto U.R. locale

Agorai ed edifici pubblici di centri ellenizzati della Sicilia antica: documentazione epigrafica, organizzazione dello spazio e suo significato storico (Segesta, Entella e confronti) 

 

Il Progetto ha coinvolto anche le seguenti Unità di Ricerca:

URL 2 

Maurizio Paoletti, Università della Calabria

Edifici pubblici e luoghi di riunione in un'antica città di Magna Grecia: l'insediamento brettio di Castiglione di Paludi

URL 3

Maria Cecilia  Parra, Università di Pisa

Scavo e studio integrato di bouleuteria ed altri edifici 'politici' nel contesto occidentale (con particolare riferimento a Entella, Segesta e Kaulonia).

 

Co-finanziamento Mi.U.R per la U.R. locale

52.000,00 euro

Personale di altri Enti ed altre Università

 Mario Epifani, Università di Pisa

Fausto Gabrielli, Università di Pisa

Maria Teresa Iannelli, Soprintendenza Archeologica della Calabria

Silvana Luppino, Soprintendenza Archeologica della Calabria

Francesca Spatafora, Soprintendenza a Beni Culturali e Ambientali per la provincia di Palermo 

 

Assegnisti, borsisti, contrattisti, dottorandi

 Gianfranco Adornato, Scuola Normale Superiore di Pisa

 Alessio Arnese, Istituto di Scienze e Tecnologie dell’Informazione, C.N.R. di Pisa

Monica de Cesare, Università della Calabria

Michela Gargini, Scuola Normale Superiore di Pisa

Dott.ssa Vanessa Gagliardi, Università di Pisa

Donatella Novellis, Università della Calabria

Andrea Tosti, Università della Calabria 

 

Prodotti

SEGESTA (TP)

  • analisi delle testimonianze epigrafiche inedite, revisione dell’edito, completamento della documentazione grafica e fotografica ed esecuzione di calchi in resina
  • esame delle relazioni fra testi ed edifici pubblici dell’area centrale e definizione della originaria collocazione di alcune iscrizioni
  • completamento delle indagini archeologiche relative al bouleuterion tardoellenistico
  • definizione planimetrica dell’agora e delle sue fasi di monumentalizzazione tra IV a.C. e III d.C., con messa in luce di un complesso identificabile come macellum, di una grande strada basolata non carrabile e di un’ampia area pavimentata, probabilmente una seconda agora a carattere commerciale
  • ampliamento dello scavo del complesso medievale e definizione del suo confine nord-orientale
  • elaborazione digitale e informatica dei dati di scavo e gestione finale dei medesimi con sistema GIS
  • divulgazione dei risultati attraverso pubblicazioni preliminari e interventi a Convegni Internazionali

 

ENTELLA (PA)

  • Riesame del dossier epigrafico relativo ai Decreti
  • Definizione dei limiti dell’agora, messa in luce di edifici pubblici, che proseguono allineati a quelli già noti, e di ulteriori piccole aree sacre di prima età ellenistica
  • Elaborazione digitale e informatica dei dati di scavo e gestione finale dei medesimi con sistema GIS
  • Avvio della edizione del contesto di culto demetriaco tardoarcaico
  • Divulgazione dei risultati attraverso pubblicazioni preliminari e interventi a Convegni Internazionali

 

KAULONIA (RC)

  • Prosecuzione delle indagini nell’area sacra di Punta Stilo, che si colloca all'interno delle mura urbane in un'area nodale della città molto vicina al probabile porto/approdo antico e non lontano forse dai principali spazi pubblici della colonia (ancora da identificare con esattezza).
  • Elaborazione digitale e informatica dei dati di scavo e gestione finale dei medesimi con sistema GIS
  • Divulgazione dei risultati attraverso pubblicazioni e interventi a Convegni Internazionali

 

CASTIGLIONE DI PALUDI (CS)

  • Raccolta e analisi dei dati archeologici disponibili sul cd. “teatro”
  • Ampliamento delle indagini sugli edifici a ridosso del medesimo
  • Confronto con strutture analoghe nell’ambito magno-greco
  • Interpretazione del suo reale utilizzo nell’antico centro brettio di Castiglione di Paludi fortemente influenzato dal modello urbanistico greco
  • Divulgazione dei risultati attraverso pubblicazioni preliminari e interventi a Convegni Internazionali

 



powered by DBSite - Liberologico Content Management System